lunedì 7 gennaio 2013

2° domanda alla futura FISO

Ed eccomi alla seconda domanda  consegnata ai due candidati sui rispettivi blog/facebook alcuni giorni fa e per ora ho avuto solo una risposta (veloce,articolata e quasi immediata) del candidato e futuri consiglieri della squadra Gazzero.

Avendo strutture/squadra diverse la domanda è leggermente differente, ma la sostanza è quella.

DOMANDA  PER  GAZZERO

una seconda domanda (credo affrontata solo in parte).
E' fondamentale e "scontato" che la Barca andrà (leggi FISO) se oltre al Comandante (Presidente) che guiderà ci sarà un equipaggio che non solo lavorerà, ma che tutti avranno competenze specifiche e adeguate ai ruoli.
Hai già pensato quali saranno gli incarichi da affidare ai vari consiglieri eletti?

La FISO dopo Londra 
 le domande immaginiamo siano rivolte al nostro candidato Presidente Mauro Gazzero al quale giriamo il tuo scritto. Senza mistero o falsa modestia possiamo dire che la squadra è stata costruita proprio con persone di competenza diversa.
Tutti hanno in comune però un trascorso sportivo importante e una attività nei vari settori unanimemente riconosciuta. 
Ad occhio attento, basta una rilettura dei singoli curriculum per capire già molte cose. 
Un punto importante che forse può essere sfuggito è però che all'interno del consiglio ci saranno competenze diverse ad aggiuntive di quelle di una singola squadra, La Fiso dopo Londra, non a caso ha presentato 5 consiglieri in quota dirigenti - se tutti 5 otterranno i voti necessari per entrare in consiglio (come ci auspichiamo vivamente) vi saranno altre due consiglieri competenti in altri settori ed ecco che a squadra completa e tutti assieme per l'obbiettivo comune FISO ITALIA ... si decideranno ruoli ed incarichi. 
A tutto questo vanno aggiunte due considerazioni; la prima è un semplice rimando alla news n.9 di questa sera che parla appunto di competenze importanti per la FISO mentre la seconda vuole evidenziare che è DEL TUTTO PRIVA DI FONDAMENTO l'idea che nel nuovo consiglio federale con la vittoria de La Fiso dopo Londra ci sia un consiglio sbilanciato a favore del nord est - solo un pensiero da campagna elettorale fuori posto e fortunatamente sfatato nei numeri sopra citati ! 
Su chi sarà il segretario vale lo stesso ragionamento fatto prima, il consiglio federale farà la scelta definitiva, per intanto ci sono stati alcuni contatti e fatto alcune ipotesi. Le persone disponibili a livello del Coni sono sempre le stesse quindi alla fin fine potrebbe essere la stessa persona scelta anche dall'altro candidato. Questo punto era già stato spiegato chiaramente a specifica domanda a Trento in occasione dell'assemblea delle società trentine. Un finto problema direi... Se ci fossero molti soldi la scelta sarebbe da fare con un bando.


Bepi Simoni
 Ciao Angelo, ti voglio rispondere brevemente anch'io; ovviamente è da tempo che tra di noi parliamo di programmi, compiti, priorità e competenze. 
Le esperienze che mettiamo in campo sono sicuramente (e senza falsa modestia), di un buon livello tecnico: personalmente, da sempre sono fissato con la formazione e spero, in futuro di poter avere vicino una squadra che si occupa con entusiasmo di questo. 
Poi penso che non ci siano dubbi su Tecnici riconosciuti come Fabio Hueller, Atleti, Allenatori e Dirigenti di cui si può leggere un curriculum impressionante es: Roberto Pradel . 
Ma ci sono anche professionalità diverse, imprenditori di successo come Janos Manarin che, assieme all'innegabile esperienza Tecnica nell'orienteering, coniuga una delle migliori personalità dell'imprenditoria del Nord-est. E non dimentichiamo individualità come Walter Giovanelli che è stato atleta di buon livello anche in altri sport e che conosce bene i meccanismi di uno sport come il nostro. 
Poi la disponibilità e l'entusiasmo di Angelo Frighetto e altri che hanno garantito il loro appoggio e contributo. Insomma, gente che “se ne intende” ma che, soprattutto, sa coinvolgere e fare gruppo senza pretendere di essere sopra a tutti e con la verità sempre in tasca! 
Non è un caso il forte richiamo alla rivalutazione delle Commissioni che, nella attuale gestione, sono state di fatto azzerate! 
Nella nostra squadra, comunque, c'è posto anche per altri; se noi costituiamo l'ossatura, questo non significa che blindiamo il nostro “essere gruppo” così come sembra essere dall'altra parte. 
Nel passato c’è stato sicuramente del buono che va riconosciuto e portato avanti. Ho già scritto in altro luogo che non si deve buttare tutto. 
Ma, a parte alcune (poche) eccellenze, non vedo un futuro brillante continuando con l'attuale linea dirigenziale. 
Noi ci poniamo in maniera diversa, non abbiamo orticelli personali da continuare a coltivare.
 L’idea è rinnovamento e ritorno e risposte continue e costanti “alla e dalla base”. 
Su quest’idea io mi sono convinto di accettare di far parte di questo gruppo e di sostenere la candidatura di Mauro Gazzerro che ho imparato a conoscere, apprezzare e giudicare personalmente in varie occasioni.


Domanda  per FALCO
una seconda domanda (credo affrontata solo in parte).
E' fondamentale e "scontato" che la Barca andrà (leggi FISO) se oltre al Comandante (Presidente) che guiderà ci sarà un 
equipaggio che non solo lavorerà (la volontà e disponibilità a questi livelli non è sufficiente), ma che tutti avranno competenze specifiche e adeguate ai ruoli.
Hai già pensato quali saranno gli incarichi da affidare ai vari consiglieri eletti? sopratutto a quelli nuovi e confermare quelli vecchi?
Chi sarà il segretario?
Per la scuola piuttosto che la 
formazione,le squadre nazionali o per le tre discipline insomma come sarà l'organigramma del futuro?
grazie mille

Sono in attesa di risposta.





Nessun commento:

Posta un commento